e 32 son volate

e di nuovo nell'ultima domenica di quest'anno sono in ritardo... ;((
va bene ...fra i propositi per l'anno nuovo c'è anche di essere meno distratta e quindi più precisa...ehhhh!:)) Questa domenica appena trascorsa si è srotolata fra neve e ricordi... freddo e spesa( già siamo degli incoscienti che si ricordano di far spesa quando capita e visto che la Metro qua vicina è sempre aperta...) e poi non siamo andati su al tugurio che c'è troppa neve ...ma il pensiero è là...
Tempo di bilanci e di domande...
Sarà un anno migliore dell'ultimo?...
Non facciamoci prendere dal panico e speriamo...
Luce e Amore a tutti ...
Felice 2009...

Eppure ci voleva così poco

L'avevano capito tutti che ero stressata oltre a ogni limite. Tutti tranne me. Io continuavo a ripeterlo, ma non me ne ero resa conto. Almeno non finché venerdì sera non ho capito che questo weekend non avrei dovuto lavorare. Questa consapevolezza mi ha spalancato le porte della serenità. Ci sono state altre domeniche (poche) quest'anno in cui non ho lavorato, ma il pensiero andava sempre e comunque a quello che dovevo fare. Oggi no. Oggi è stata la mia vita, la mia famiglia, il mio tempo. Adesso accendo il computer per farmi i cavoli miei, il che non è poco.

domenica prenatalizia

e già ...forse me ne sono accorta solo da poco..sic..ma fra 4 gg. è Natale...ahbbbè come passa il tempo!;)) e così fra distrazioni e sciroccattaggini..oggi lassù al tugurio ..ho cacciato qua e là palline sugli alberi fuori..ma non per addobbare...solo per vedere i riflessi del sole ! La quercia ha dondolato i rami,felice, il cedro ha acconsentito con sussiego,il tiglio si è chinato per facilitarmi e il liquidambar ha voluto persino il fiocco!
Presa da raptus ho poi cercato il vecchio albero finto fra gli scatoloni , l'ho tirato fuori e l'ho cominciato là nella stalla... ho visto le palline mordicchiate dal ghiro! la polvere sui vecchi festoni che ho sbattuto un po'...tentando di spolverarli! ma alla fine il mio albero-vecchio-trasandato-polveroso mi ha riscaldato il cuore! ci son le palline di quand'ero piccina, quelle della prima casa, quelle della seconda,quelle che mia sorella aveva portato in Kenya e infine quelle "nuove" comprate l'anno scorso nell'euforia dell'acquisto "nostro tugurio"!! e ognuna di esse ha una storia,ognuna un ricordo e un sorriso...le ho appese sentendo la musica di un tempo...lasciandomi guidare dalle mani di chi non è più accanto a me...in quell'albero ora ci sono i Natali di tutta la mia famiglia ... 51 inverni...e alla fine anche se non son riuscita a metterci i nastri perché nella stalla era già troppo buio e non abbiam ancora le lampade vicine... alla luce del tramonto il nostro albero era bellissimo e so che mia sorella ne sarebbe stata felice...
oggi è il primo giorno d'inverno, dormite sereni dolci spiriti , veglierò per voi...

promessa

Lo so : è mattina ma questa non sarà una domenica triste solo di sera...
sarà una domenica "tutta triste"...
L'ho lasciato andare su da solo... cioè "lasciato" nel senso che ...invece che aiutarlo ...me ne son rimasta a casa qua ...
Povero santuomo... é più di una settimana che non lo aiuto in nulla, è già andato su al tugurio a fare lavori da solo per ben tre volte ... e mi sento in colpa: il primo giorno non stavo proprio bene e ora ...non sto così male..ma sono stanca..così stanca ... non è da me! Lui non dice niente ,anzi si è raccomandato che stessi a letto a riposarmi...ma io mi sento così malinconica...
La domenica è bello stare insieme e lavorare lassù...
E invece è un po' di tempo che non ce la faccio : sono stanca ,svogliata ... faccio le faccende in casa e poi crollo... sono demotivata? Spaventata dai ricordi del passato? Dalla paura di ammalarmi come mia sorella?...già...ho paura ...una fottutissima paura di ammalarmi come lei e come mamma e morire...
No, così non va..non posso pensare sempre alle malattie ...e alla "Loro" morte... devo uscirne... ma come?
Per un anno e mezzo mi son gettata nel lavoro a corpo morto, senza pensare...e poi dal 15 agosto, quando mi son fatta male e ho sentito l'urlo del mio fisico che non ce la faceva più, sono entrata in depressione..e i pensieri neri, quelli Cattivi, son tornati prepotenti a farla da padrone nel mio cervello... e nel mio cuore.
Devo risollevarmi... ho bisogno di Luce e Calore...di gioia e di ridere... ho bisogno di allontanarmi un po' dal dolore... e ho bisogno di te , dolcissimo amore mio... l'unica persona che mi è rimasta...
Devo "promettermi" che domenica prossima sarò lassù al tugurio con te ...
anche se è freddo e che magari ci prenderemo qualche ora di riposo...
Vorrei che oggi non fosse la solita domenica angosciosa...

folla

Questa domenica sera invece saremo in tre : il mio santuomo adorato, io e ..la cistite! ahhh se conto i gatti allora siamo in 10 : che folla! Buona notte cari.. Per fortuna che domani è ancora festa!

soli

Stasera dovevamo uscire con amici ( è più di un anno che non li vediamo) ma ci hanno appena telefonato che non vengono... uff.. ;(((
Poi mi vien in mente che anche col santuomo è tantissimo che non si esce ..di domenica poi... lui ed io..soli?!! Beh quasi quasi...gliel'ho chiesto e ..miracolo.. stasera non lavora..stasera si esce come quando eravamo fidanzati... Non son più abituata e al pensiero mi batte il cuoricino...basta poco per ritornare ai primi tempi del nostro amore... Finalmente una domenica serena??? chissà...

domenica di quasi inverno

E' sera ...
È già sera e quando è sera lei mi vuole accanto a sé. È un'abitudine la nostra quasi una malattia.. Stare insieme, sempre insieme sa com'è...
Questa bellissima canzone del grande Lucio spesso mi frulla in testa la domenica sera... quando un velo di malinconia mi attraversa il cuore...soprattutto nella stagione invernale.
Non so spiegarmelo ... le domeniche sere invernali sono ancora più tristi delle domeniche sere estive , ma non è un fatto di clima per me!Forse E' la fine dell'anno che si avvicina...è la propensione della mia mente "cattiva" che comincia a far bilanci... e la vocina malefica mi suggerisce:"anche quest'anno hai combinato così poco.."e la domenica sera il tutto si fa pressante.
E allora irrompe la canzone di Lucio e ...se il mio amore viene su dal laboratorio e passa un po' di tempo con me a chiacchierare l'ansia si stempera... è un'abitudine la nostra quasi una malattia..stare insieme..sempre insieme sai com'è...

domenica di pensieri neri

Su ,sempre su al tugurio ...oggi è andata meglio rispetto a ieri...
Scusate il riassunto orribile che segue qua..potete anche saltarlo da com'è scritto male, ma rende l'inca***tura!( fegato nero perché i cacciatori sabato , fregandosene delle mie recinzioni--costate un occhio -le hanno scavalcate e se ne sono andati a caccia sul mio terreno..ammazzando animali e spargendo piombo... ed io non ho potuto farci nulla--che non si può litigare con 20 ,dico 20 persone armate che ti guardano strafottenti e sai che se ci litighi al minimo ti tagliano le recinzioni ..e al massimo non ci voglio pensare!... e anche se hai ragione mandi giù amaro---e mi chiedo come farò ...proprio che in questi gg. sto chiedendo il patentino per coltivare e vorrei coltivare biologico--così lo standard richiesto me lo scordo!)
Dicevo...oggi è andata meglio : cacciatori zero ( erano da un'altra parte a far danni) e col santuomo si è lavorato ...ma non sono tranquilla e mi chiedo se ho fatto male a comprare il tugurio... sono in crisi ...e il fisico acciaccato non aiuta.. bene un'ennesima domenica di pensieri neri...

anche se non è domenica

BUON COMPLEANNO Sara..tesoro ! Ogni anno arrivo in anticipo o in ritardo a farti gli auguri..penserai che non mi importa granchè se dopo anni e anni continuo a sbagliarmi..io ci vedo invece una sottile ironia ...secondo me tu sei nata in un altro giorno!! e sei arrivata qua su questa terra in un giorno a caso! ;)))
E comunque cara la mia scorpioncina, quest'anno gli auguri te li faccio qua..alla faccia della timidezza! Ti abbraccio : tanta Luce, Salute,Pace , Amore ... a te, al tuo meraviglioso Bambino e al Marito...
dalla vs. vecchia "mamma" :))
p.s. nel mio blog c'è un premio per te : non importa se non lo ritiri..ma la motivazione con cui te l'ho assegnato è per me importante... ;)) ciao tesoro...

la storia si ripete

per la terza domenica di seguito arrivo a sera sfinita, incazzata, in lacrime
torniamo ai vecchi fasti: la domenica come giorno di merda, da temere come la peste
non ne posso più che sia così
è l'una, devo lavorare un altro paio d'ore
e non ci vedo un senso

domenica "tritonA"

Domenica strana, son andata su e ho giocato da seduta coi tritoni!
Ho pensato tanto, oggi è una ricorrenza nel mio cuore...e in più è giusto un anno da che ci consegnarono le chiavi del tugurio : siam ancora in trasferta -trasloco perenne. I lavori fatti : pochi e faticosi, quelli da fare :innumerevoli e troppo costosi; le sfortune e i contrattempi : tanti...ma nonostante tutto lo rifarei... o forse no?! ;))
W la decisione! che dire? domenica "tritonA" ecco!





domenica deja vù

Mi porto avanti col "lavoro"..fate finta che io stia postando di sera...tanto ...capirete il perché...
Di nuovo domenica
(eh già .. la "signora"ha l'antipatica abitudine di ripresentarsi ogni sette gg!;))
e di nuovo domenica di m++++ !! o per essere eleganti diciamo domenica in gabbia! ...segue breve sunto...)
Son caduta di nuovo... ;(((( Stavolta ero in casa, in cucina FERMA di fronte alla lavastoviglie a svuotarla e non so come ...non ho capito ..forse ho perso l' equilibrio..son caduta sopra lo sportello della lavastoviglie aperta...così ho rotto lo sportello e il rivestimento in legno (è a incasso) che ricopre tutta la cucina...ma soprattutto mi son rifatta male al ginocchio destro... non mi tiene proprio su! Lì per lì ho pianto dal dolore e dalla rabbia..poi mi son messa tanto ghiaccio e ho spedito il santuomo in farmacia (visto che ieri era festa e di andare ad un pronto soccorso dove avrei aspettato 7 ore almeno non me la sentivo!)e infatti su consiglio della farmacista mi son messa due pomate, fasciato col domopak poi la fascia elastica e il ghiaccio e si è gonfiato molto meno dell'altra volta... Ho preso anche L'arnica 200 ch (che ormai divento arnica pure io a forza di ingoiarne!). Riposo a letto con tanti cuscini e oggi va meglio anche se ci metterò di nuovo 15 gg. a camminare.
Altro da aggiungere?!!!

domenica solare

Una domenica all'insegna del "solo tu ed io lassù al tugurio"...avevamo invitato tanti amici , ma nessuno era libero o aveva voglia di venire a trovarci e alla fine è stato ugualmente bellissimo ...Solo noi due e gli animali che con-dividono il ns.e loro luogo!... L'addio all'ora legale e la festa di mangiare ancora all'aperto sul ns tavolino sconnesso ...che pace! Peccato che presto il sole giocherà a nascondino...ma oggi ..oggi è stata ancora una domenica solare!

il sole, la montagna, la famiglia

Una scoperta inaspettata, il cugino di mia madre e la sua famiglia.
Una domenica in montagna con gente simile a noi, l'agriturismo, buon cibo, animali, passeggiate.
Mi arricchisce aggiungere conoscenze alla mia vita.
Sono stanchissima, ma ho il sorriso sulle labbra.
Adesso un po' di lavoro, per non perdere l'abitudine.
Buona notte.

in ritardo

sono in ritardo su tutto...ultimamente mi capita spessissimo ( bell'ossimoro!)..almeno morirò anche in ritardo?!!mah! Domenica di giuggiole(comprate il sabato alla sagra paesana)...di salvataggio della salamandra e di...malinconia autunnale....

Solitudine e concentrazione

In realtà avevo anche un po' voglia di stare sola.
Il lavoro è urgente, la domenica va consacrata al computer.
Sono sola: marito in campagna, figlio dalla nonna-santa-donna.
C'è un po' di malinconia, ma solo adesso, verso la fine del pomeriggio.
Più tardi uscirò col Bambino e un po' di amici.
Tutto è molto silenzioso.
E, sì, anche un po' triste.

domenica termale

Ecco dopo la siccità della scorsa domenica ho avuto modo di pensare e...alla fine ho imposto un break...dopo mesi di lavoro seguiti da quasi due mesi di inattività forzata per gesso...sabato siamo partiti per Abano e ci siamo regalati un giorno e mezzo di terme! Sono stata a mollo nell'acqua a 37 gradi per 3 ore ieri e 4 stamattina... : sono rinata... A mollo ferma ...galleggiando come nella pancia della mamma...cervello vuotato da ogni pensiero...mi son fatta cullare dall'acqua calda e poi dai getti dell'idromassaggio che per un'oretta mi hanno avvolto nelle bolle .... Solo il rumore dell'acqua ...Il nulla nella testa e il dolore fisico si è sciolto...tornando vivo e forte all'uscita dall'acqua ieri sera...ma scomparendo del tutto stamattina! Lo consiglio a tutti... Con modica spesa, senza inutili lussi, mi son riappropriata delle mie stanche ossa...Credo che appena possibile ci tornerò! Non voglio ancora pensare a nulla... il mio corpo è rimasto là in quel brodo primordiale caldissimo.... domenica feconda direi!

Secco

Post in ritardo... come il mio cuore, come la mia testa ...come me...mi accorgo ora che sono in ritardo di centinaia di mesi sulla mia vita... credevo di avere al massimo 44 anni e me ne ritrovo 51! E allora un giorno che volete che sia? Della mia domenica mentale che è un lunedì reale ... posso solo riassumere con poche parole ... sono giorni di siccità! Domenica secca e arida...

Arcangeli in festa

Oggi si va via... stasera forse non si rientra alla base ...quindi :
Buona domenica e considerazioni in anticipo!;)))
Diciamo che spero sarà una bella giornata ,il sole c'è e anche se fresco credo si manterranno le "promesse"del cielo (alba stupenda!)...
Si va in Romagna :in quel di Santarcangelo che è in festa anche domani (domani è la giornata dei 3 arcangeli --infatti il paese festeggia i patroni con 3 gg. di sagra!) San Michele...Raffaele, Gabriele...
Al di là della festa religiosa ..la scusa per noi è di andare a vedere il mercato delle piante e degli animali (nella piazza del paese) e dovrò tenere buona la figlia virtuale che vorrebbe comprare ogni animaletto che vede:)))
E la compagnia della coppia di amici che ci hanno accolto a Casola come fossimo stati sempre nelle loro vite... : stiamo ricominciando a vivere...nuove amicizie ...che bello!
Sarà "comunque" una dolcissima domenica...

Ieri #2

Oggi scrivo con la stanza inondata di sole, ma ieri faceva freddo e ce ne siamo stati rintanati.
È stata una giornata triste, lo ammetto.
È vero, abbiamo fatto tante cose, siamo stati insieme, il Bambino ha aiutato Papà a costruire il recinto nuovo dei polli, io ho cucinato, ho rassettato la casa e lavorato, ma a nulla è valso l'andirivieni del Marito dalla legnaia per tenere vive la stufa e i caminetti: il calore delle stanze non ha saputo far evaporare la tristezza che ci assale ogni volta che dobbiamo tornare in città.
L'illusione è finita, quella casa non è nostra. Non ancora.

domenica libera

Ueilà... SONO LIBERAAAA!!!! sto festeggiando la mia ritrovata libertà...cioè il gesso è stato tolto e non ho permesso che me ne facessero uno più leggero...che sarei sclerata di brutto : la frattura si è saldata e quindi... non ho ritenuto necessario essere così prudente... Ho promesso solennemente di non sforzare i movimenti ( mi han comandato il riposo per altri 20 gg. , dicono che ho le ossicine delicate!) e di andare a fare le terapie... ( magari un po' di terme!).
Così questa domenica naviga leggera...oggi riposo...il santuomo mi ha pulito casa (se non l' avessi già sposato lo sposerei di nuovo!:))) e aspetto coppia di amici ..Stasera mangeremo indiano ( dalla rosticceria indiana che ha aperto qua vicino...il cuoco è cinese ehm... ma il proprietario è indiano..staremo a vedere!:)) e poi P. mi aiuterà a districarmi con la dichiarazione per la tassa TARSU ( immondizia) che devo presentare per il tugurio...nonostante il diploma maturità scientifica e tre anni di università ( anche se lontani) non ci ho capito nulla ... e se non avessi P. che lavora in quel ramo...aiuto!
Buona domenica sera a tutti...

metà settembre

è piovuto...piove...dicono che l'estate sia finita... Ossignur : allora una domenica serale triste? NO! Tornerà il sole, ne sono certa ( leggetelo alla "Corvo": non può piovere per sempre!")..
e poi sarà un dolce fine settembre, profumo di uva...le prime sagre dei funghi... i primi alberi vestiti di giallo e rosso...l'aria frizzina al mattino... giornate ancora vivibili ...
Venerdì mi tolgo il gesso e so che non riuscirò a muovere ne mano ne ginocchio..ma tant'è.. :
ADORO IL FINE SETTEMBRE... e il 29 farò 3 anni di matrimonio con il mio meraviglioso santuomo...
che dire? Voglio essere ottimista per una volta e scrollarmi la tristezza della domenica...aspettando San Michele!

Ieri

[Siccome il blog me lo sono inventato io, mi concedo pure di scrivere di lunedì...posso?]
Ieri è stata la domenica della festa per i (già) tre anni del Pargolo.
Trentacinque adulti e dodici bambini fra gli uno e cinque anni.
Sono stremata, ma è stato bello.
Sono stata in ansia per una settimana, ma la giornata è riuscita bene.
Comprare il primo festone con scritto "Buon compleanno" per tuo figlio è una tappa importante verso il diventare adulti.

occhi stanchi

domenica noiosissima ..passata a letto a grattarmi il gesso...a leggere fino che gli occhi "mi ficero pupi pupi"... (indovinate che ho letto!*) e a pensare...uhm..tristezza e qualche ricordo e l'ansia serale della domenica come fosse autunno inoltrato...ecco ..però alla fine anche questa domenica sta scivolando nell'oblio e domani.. domani è lunedì!!;)))
*= A.Camilleri!

Una domenica lunghissima...

...e bellissima.
La sveglia all'alba, ché sono indietrissimo col lavoro che devo consegnare domani...
La partenza per il mare, ché il marito mi propone una gita fuori porta...
Una giornata in una spiaggia che mi sembra un paradiso, perché non ci concediamo da anni una gita. Io, il marito, il bambino, il cane.
Il vento che spazza gli ombrelloni, la piadina, il sole.
Un'aria nuova nella nostra vita.
Le resistenze che cadono.
Una giornata nutriente, profonda.
Adesso mi rimetto al lavoro, e starò al computer tutta notte.
Ma va bene così.
Questa domenica mi dà l'energia per fare tutto.
È così bello che non ho le parole per dirlo.
Grazie.

pizza a sorpresa

e alla fine questa domenica si è rivelata abbastanza piacevole...ieri ho compiuto 51 anni e son stata in casa, non riesco ancora a camminare ...
Oggi ..colpo di vita! Invece che stare sdraiata ad un certo punto mi son "ribellata" e inforcata la scopa...no, cioè...! con stampella e santuomo al fianco ...ho affrontato la discesa dei 2 piani di scale (mannaggia) e siam andati da Vito a San Luca...evvai! Il proprietario ha riso un po' nel vedermi così conciata e ci ha lasciato ad un tavolo grande così ho potuto semi sdraiarmici ! e il santuomo mi ha tagliato la pappa ( pizza squisita) così ce l'ho fatta a mangiarla con la sinistra! e alla fine pure il dolce ...OLE' ... ancora 19 gg. e torno libera!

domenica inca*****

evvabbè mi devo rassegnare: con un gesso e una fasciatura ci si muove poco...ma son 7gg. che sto in casa e mi girano..ohhh... se mi girano! Son cattiva ,nervosa,sclerotica e rompipalle! e allora posso dichiarare questa domenica come l'avvelenata o meglio come domenica inca*****...ecco !;))

domenica di .. gesso!

oggi è una domenica noiosa e "gessata"!!!
a voi la spiegazione : il mio ferragosto speciale è terminato il 16 agosto al P.S. Rizzoli di Bo : gesso al polso dx.(frattura)35 gg.e sospetta frattura legamento ginoc. dx....il 15 avrei dovuto riposarmi invece che tentare di togliere le vitalbe dalle tuie...;)) ora scrivo con la mano sin . e devo dire che è faticoso...
Domenica di gesso...e ne verranno altre!

domenica di stelle

E' la notte di San Lorenzo e delle stelle cadenti...
Ho uno strano rapporto con la tradizione di " andare a vedere le stelle...".
Ecco : 17 anni fa andai e ne vidi una particolarmente bella, espressi un desiderio... molto importante e... si realizzò...
Da allora sto bene attenta a "chiedere" perché ...i desideri che si realizzano Non sempre hanno lo stesso "sapore" di quando rimangono irrealizzati!
Non so se mi son spiegata...! Consiglio da amica in questa domenica di stelle : state attenti gente a ciò che vorreste veder realizzato!! ;))))) meditateci prima su ..ponderate e poi guardate le stelle ma shhhhh.....lasciatele cadere in silenzio!!!

la stanchezza liquida

a volte si è così stanchi ma così stanchi... da dimenticarsi che è domenica e andare a letto alle dieci ( 22 non suona bene) appena arrivati a casa....Piombare in un sonno caldissimo e pesante... liquido mercurio...e poi al mattino del lunedì ( oggi) ricordarsi di non aver aggiornato il blog della domenica sera... ;(((
Ora .. mi perdonate?!!
Così finisce una domenica di quelle da riporre nei ricordi più dolci, di quelle a cui attingere quando la noia e la pesantezza avvolgono tutto nel loro sudario di piombo.
Giù dalle brande prima delle otto, ché il Bambino grida: «C'è la sfilataaaaa!», dove per sfilata si intende il raduno dei trattori d'epoca, che sfileranno per le vie del paese. Il Marito si è alzato all'alba, ha lavorato, e poi ha tirato a lucido il trattore col quale sfilerà assieme al Bambino raggiante. Si va tutti al punto di ritrovo, si compra la maglietta col trattore, si riceve in regalo una bottiglia di Lambrusco, si guardano i trattori schierati, poi la Mamma torna a casa, ché son cose da uomini queste, e lei sta a guardare sul ciglio della strada, orgogliosa dei suoi due uomini, commossa per la gioia di quello piccolo e incantata dall'essere padre di quello grande.
Poi gli amici, le chiacchiere, i Bambini che ruzzano che più sporchi non si può, un sontuoso pranzo a base di pesce, che ci vogliono due ore e mezzo per cucinarlo, ma poi è uno dei più buoni mai consumati, il vino bianco freddo che ubriaca solo un po' e fa ridere per ogni minima battuta (gli annali mi ricorderanno ridere alle lacrime per il solo fatto che l'Amica dice: «Oggi si pranza alle quattro»). Poi i bambini dormono, i mariti pure, e noi si chiacchiera dei massimi sistemi. E quando tutti si svegliano si fa il gelato di more, che è venuto un sacco buono con le more del nostro rovo e l'Amica è così entusiasta che scalda il cuore.
Come in un romanzo, le ore trascorrono liete, ed è subito sera, come in una poesia.
Ci sono molte cose ancora da fare: domani comincia la raccolta e il Marito si fa aiutare da un Bambino più che entusiasta ad allestire i carri. Si prepara la cena al Bambino, ci si lava e si va a letto.
Io mi prendo il mio tempo serale, quello sacro per tornare da me. Stasera mi posso pure permettere di lavorare un po', di finire quella cartella che non ho completato in settimana. Oggi va bene tutto, anche lavorare la domenica sera.

il frigorifero e la domenica

Si torna a casa la domenica sera dopo 3 gg. di lavoro , duro lavoro fisico, siamo stanchissimi....
Si apre il frigorifero e il "panorama" è desertico : una mozzarella, uno yogurt e un piccolo melone! Siamo in due e affamati : mezza mozzarella a testa , mezzo meloncino (son 3 fette a testa) e sullo yogurt faremo un lancio ai dadi!! ;)))
Ecco il pensierino della domenica sera : domani devo ricordarmi di fare la spesa! ;)))

la domenica dei contadini

Solo una veloce annotazione.... Sarà banale dirlo ma...per chi lavora la terra e possiede delle bestie , la domenica è un giorno qualunque... Già!
Le bestie mangiano tutti i giorni e vanno quindi nutrite, accudite ogni Santo giorno ...che sia domenica o Capodanno...che sia il 15 agosto o Natale, Pasqua o altro!
Le domeniche dei contadini miei vicini di casa scorrono uguali ad ogni altro giorno feriale. Oggi ho vissuto, attraverso il suo racconto ,la domenica di Mario scandita a ritmi serrati: falciare sotto i noci all'alba ,poi accudire le mucche , quindi galline e anatre...dare l'acqua ai susini, fare un po' d'orto , nel pomeriggio si raccoglie il "tagliato" del mattino per fare il compostaggio poi si dà il ramato alla vigna ...si pota un po'... si prepara il fieno da dare alle bestie l'indomani...ecc... ed era già sera...giusto il tempo per parlare un pò coi vicini e poi...a nanna! Grazie Mario delle tue "dritte" !
Questa domenica di campagna si è portata via l'ansia del serale festivo ..vado a letto che mi son svegliata col gallo ma ora le galline dormono già! ;))
La domenica normale è quella in cui non lavoro e in cui non penso al computer, né al suo contenuto. È quella in cui gioco col Bambino, sto col Marito, cucino, pulisco la casa, riposo...non mi preoccupo del passare del tempo.
Sono belle queste domeniche, perché - da un po' di tempo in qua - sono rare. E invece mi riprometto di farle diventare la norma.
Una domenica normale per una persona normale.
Un dono prezioso.

domenica a colori

"azzurro il pomeriggio è troppo azzurro e lungo per me..."
Ecco oggi canticchiavo questa vecchissima canzone... quanti pomeriggi azzurri e solitari e tutti rigorosamente di domenica!
E invece oggi : una domenica a colori, i colori della vernice! Dopo venerdì e sabato passati a dar di bianco, ho abbandonato la tinta innocente e mi son gettata sul colore...basta il puro bianco ... voglio qualche nota di colore, voglio il peccato !;)) E un pezzo di giallo sole è spuntato qua... là due colonne e un pò di soffitto in azzurro cielo ;)) ora mi sento meglio!
Tutto a causa della canzoncina che mi prillava in testa , tutto merito delle domeniche lontane in cui giocavo a socchiudere gli occhi colpiti da un raggio di luce e mille farfalle di colore s'imprimevano nella mente ...fili d'oro e lampi di azzurro... e il tempo scorreva lento ! Il tempo ha costruito un ponte fino al passato ed io oggi ho giocato a ridipingere la mia domenica con i colori dell'infanzia! Questa domenica sera ha acquisito una leggerezza mai avuta prima...
(poi per altri motivi i colori son poi annegati nel nero....ma non è questo il luogo per parlarne).
In realtà, le domeniche campagnole non sono tanto diverse da quelle cittadine.
Specie quando le passo a lavorare.
Sono svuotata.

gli amici

Ancora una volta mi trovo a pensare, ah, fossero tutte così.
Oggi due coppie di amici ci sono venute a trovare in campagna. Sole, bambini che ruzzavano insieme e in armonia, buon cibo, belle chiacchiere con persone anche molto diverse da me con le quali però si ha il coraggio (a volte, come oggi) di dire quel che si pensa.
Il Bambino mangia, gioca, fa pipì contro l'albero.
Gran senso di libertà e di pienezza.
Adesso il Bambino e il Marito dormono, io sto con me stessa.
E con un gran senso di gratitudine.

guida prudente

..solo poche parole in questa domenica sera rovente...
Vorrei invitare chiunque leggesse ...ad una guida prudente ..SEMPRE!
Oltre i motivi ovvi ,cioè evitare incidenti e lutti...pensate a guidare piano e con scrupolosa attenzione Anche quando andate per stradine di campagna la notte ... pensate oltre che agli umani ... a tutti quei poveri animali che finiscono sotto le ruote ...
Perchè lo dico? La visione di un bellissimo istrice morto ai bordi di una stradina ...mi sta inseguendo in questa domenica rovente ...

domenica inglese

Mi son sempre domandata perché per noi la domenica è il settimo giorno
(di biblica memoria) (quando si elenca si comincia dal Lunedì) e invece gli anglosassoni ( se non erro) lo elencano per primo ..Sunday Monday..ecc..
Da questa banalissima osservazione mi son creata un castello : insomma "noi" iniziamo la settimana col Lunedì = giorno di lavoro e solo dopo 6 gg. di "doveri" ci riposiamo... dedicandoci anche al culto della religione (ovviamente solo chi ci crede)... "il premio" dopo la fatica...
Invece gli altri, forse, vogliono iniziare la settimana con un dì di festa,
col riposo e il relax... UHMMMM .... Vabbè facciamo allora che d'ora in poi ..per me...la domenica è il primo giorno della nuova settimana...chissà che così non perda questa connotazione di "fine serie" ..di tristezza e malinconia...e diventi invece un "gioioso inizio"!!! Ce la farò??? !

la festa partigiana

domenica iniziata sotto l'egida (!) dello studio, niente di buono. perchè se uno deve stare a soffocare studiando di una cosa di cui non gliene sbatte fondamentalmente una ciolla non è granchè, soprattutto se per farlo deve trascurare marito e figlio e casa in disordine e harry potter e il prigioniero di azkaban in lettura per la seconda volta.
poi il pranzo è ancora un tasto dolente. da una qualche parte mi è stato insegnato che la domenica è giorno di ragù, di tortelloni, di torte farcite di crema, di paste comprate fragranti in pasticceria, di una qualche gratificazione culinaria, insomma, che ripaghi le membra triturate dal lavoro o la testa colma di fumi studierecci, quel che sia. invece no. insalatina, pomodorini, formaggino. e il bambino gigio che piange nervoso, sai tu il perchè. forse perchè ieri era al mare e si stava di molto meglio.
viste le premesse, zero voglia di uscire.
è molto comodo, quando c'è il marito che pensa al resto, zavorrarsi al computer e lasciarsi immalinconire con sociologia della famiglia.
poi alle quattro il bambino ha scelto per noi: si è svegliato sorridente, ha canticchiato qualcosa che io giuro essere stato oh bella ciao e allora siamo partiti con l'aria condizionata a palla alla volta della casa dei fratelli cervi, festa nazionale dell'anpi.
soprassiedo su incontri più o meno dimenticabili, da icone del passato a un segaligno uòlter (veltraus). degno di nota don luigi ciotti e il partigiano che ha parlato prima di lui che non so chi è. un'iniezione di amor patriottico in vena, chè l'italia è piena di gente anche così e allora c'è da andarne fieri. gli anziani io li adoro. a loro è consegnata la nostra saggezza più inoltrata, la nostra memoria che rischia di andare perduta; la forza che scorre nelle ossa anche di mio figlio trova in loro sorgente. gioele se ne scalpicciava sorridente fra queste gambe bitorzolute ed è stato mille volte confermato, mille volte benignamente osservato.
e poi la magia è esplosa in un angolo raccolto dell'ancor vuoto ristorante. entriamo e ci accoccoliamo e ascoltiamo il coro delle mondine che senza strumenti ma con cuore maiuscolo hanno cantato. e cantato. e cantato. ho riconosciuto tante parole con cui mia madre mi riempiva le ore da piccola. ho cantato con loro. a bella ciao mi sono commossa. poi è arrivata una vecchina canuta e intensa con un tatuaggio sul polso sinistro. piangeva anche lei. l'hanno fatta accomodare di fianco a me, il figlio a fianco che la sorreggeva, gioele che le giocava ai piedi e la sua mano che scorreva sulla sua testa bionda.
questa domenica ha valso qualcosa. anche qualcosa di più di qualcosa. gioele non avrà da grande questo pezzo di vita raccontato da loro, ma saprà che è stato accarezzato da chi auschwitz l'ha conosciuto davvero. per poi magnarsi il suo primo piatto di tortelloni con ricotta e spinaci. alla fine abbiamo quindi avuto anche i tortelloni, hai visto.

domenica deserta

Oggi non son stata bene così son rimasta a casa... a letto, un gran caldo (non accendo il condizionatore per principio...non mi va di sprecare energia !) e soprattutto un gran silenzio.
Anche qua ,piccola frazione di ultra periferia ,oggi erano scappati tutti o forse asserragliati in casa...ma nessun rumore: né una radio accesa né la TV...nessun rombo di motori durante il G.P. automobilistico ( strano qua di solito ascoltano a tutto volume ), nessun stridio per il seguente G.P. di moto...
Neanche il solito ragazzino che va su e giù per la stradina imballando il motorino e impennando e frenando di colpo...provocando un rumore degno di una pista da motocross (!) e neppure l'abbaiare di Frida il cane della vicina...
MAH!
Son riuscita ad appisolarmi e poi mi son risvegliata intontolita...stranita... e mi è parso di tornare alle domeniche deserte dei miei quindici anni...
Le domeniche di luglio...in quartiere periferico ( anche allora abitavo in periferia ...altro quartiere ma sempre "povero")...e mi torna alla mente la NOIA di quelle domeniche... Papà non c'era ( lui lavorava lontano i mesi estivi)..mamma non mi permetteva di uscire (altri tempi!) ,amiche a casa non ce ne erano, mia sorella più piccola quasi sempre giocava con le bimbe dei vicini di pianerottolo ed io... né grande né piccina...forse molto timida e scostante ero in piena crisi adolescenziale ... Il caldo .. l'afa di Bologna ..la solitudine arrabbiata del mio cuore...il desiderio di "nonsocosanonsochè"... insomma umore malinconico e cuore fremente...
Allora nel pomeriggio assolato, invece che starmene di fronte alla tv ..mentre mamma pisolava...scendevo in cortile , un cortile libero da curiosi, e mi rifugiavo nel garage fresco..mi sedevo dentro la Fiat500 e con un libro ,nella penombra del garage socchiuso ,leggevo e fantasticavo...Volevo scappare...sognavo un futuro per me..lontano dalla mia famiglia ( "chissà perché"--ironica-- quando si ha quell'età spesso vorresti scappare! ) sognavo viaggi ..una carriera di medico su un nave e una storia d'amore con qualche misterioso e improbabile uomo... (peggio di un romanzetto d'appendice! ;)... oppure cadevo nelle visioni catastrofiche di un mondo in guerra ,di sfacelo e catastrofi nucleari con esiti post atomici degni del peggior movie americano!...
A quel tempo il mio cuore era pieno solo di pensieri funesti o sogni d'amore ...Tristezza ,noia e angoscia...mah! Che brutte domeniche!
Ora l'immagine di quell'adolescente sofferta mi commuove ...e questa domenica deserta ha il sapore dolceamaro di anni che son volati via veloci come i lampi di un temporale estivo...

Al mare

Al mare la domenica?
Ieri era quasi più domenica di oggi.
Ieri ci sono stati gli amici a nutrirmi.
Oggi è stata una giornata con mio padre e con mio figlio. Il che, sotto certi aspetti, non è stato affatto male.
Adesso cerco di sopravvivere finché non se ne saranno andati i gitanti, della domenica appunto.

amici speciali delle domeniche al tugurio

Il tempo certamente non ha aiutato questa settimana che si è appena conclusa...quindi sono arrivata alla domenica stanca e abbastanza demotivata!Invece ,devo ammettere, che si è rivelata una "buona giornata" una di quelle rare in cui la serenità mi ha riempito il cuore...
Cosa ha fatto la differenza? La sorpresa dolcissima della visita di amici...P.e M. che oggi ci han fatto compagnia . Forse per molte persone non è inusuale trascorrere giornate insieme agli amici più cari; per noi ,ormai votati al lavoro perenne la domenica "su al tugurio", è invece una rarità...un regalo inaspettato e così gradito da alleviare ogni fatica e render sereno anche il giorno più difficile! Lavorare e chiacchierare nel frattempo con loro, mi ha fatto volare il tempo e non ho proprio sentito la fatica, anzi ... Il tempo ha fatto il matto come sempre ma siamo andati avanti imperterriti,sorretti dalla loro presenza,ci siam fatti delle sane risate e abbiam scherzato come ai vecchi tempi...(anche sul mancato montaggio del dondolo!) Grazie cari , vi insigniamo del titolo : "Speciali amici delle domeniche al tugurio!"

in partenza

domenica solitaria, il marito lavora, io mi barcameno tra casa, bambino e preparativi per il mare.
sono laconica, lo so.
questa domenica è stata il coronamento silenzioso di una settimana così densa che quasi non ho parole per esprimerla.
domani si va al mare.

Fossero tutte così

Da una domenica vorrei sempre questo: il profondo senso di armonia e di equilibrio che ha caratterizzato la giornata di oggi.
La sveglia col Bambino, due passi al parco, il Marito che ci raggiunge e si beve il caffè insieme. Un pranzo in famiglia per festeggiare un compleanno e il nostro anniversario di matrimonio.
Poi il Bambino dorme, due righe tradotte ché son da consegnare, ma senza stress, perché è davvero poca cosa. E poi il divano col Marito e la tv...un lusso che non mi concedevo da così tanto tempo che nemmeno mi ricordo.
E quando il Bambino si sveglia si riparte...una corsa in campagna e poi gli amici in centro. Birra, chiacchiere, quel che c'è.
Il pensiero del lavoro brilla per assenza.
È incredibile come possa passare sei mesi a non pensare ad altro e poi, in un attimo, tutto svanisce.
Adesso un altro po' di banale tv, ché oggi me la posso proprio permettere.

ricordi

Ti ricordi? Sempre la stessa scena..
_“Ciao mamma ,ora vado, ci vediamo domani...”_
E tu : _“ No, domani è domenica, stai a casa con tuo marito che è l’unico giorno che vi potete riposare...”

_ “ Ma sei sicura? Ce la fai?”_
_”Massì dai che non sono mica bacucca...ti piacerebbe che avessi sempre bisogno di te ...ehhh... dai retta una buona volta ...” _ ( e me lo dicevi ridendo!)
_”Casomai mi telefoni anche alla sera, così mi racconti cosa avete fatto e dove sei stata, che lo so che non vi riposate mai!”_
E io acconsentivo , sapendo che ti sentivi forte per quel giorno senza aiuto...
Ora la domenica sera ... resto lì a guardare quel telefono che non fa più chiamate e non sa più a chi raccontare...
...domani sarebbe il tuo compleanno ...auguri mamma...
è stata domenica non domenica oggi, mannaggia.
studio forte da far venire mal di testa e ho la suddetta testa piena di parole e cose nuove. questo come sempre mi rende serena, ma l'idea di fatica è quasi insopportabile, la domenica. la domenica voglio stare con mio marito, non sentirlo rumoreggiare mentre son chiusa in camera.
per fortuna saluto la settimana uscente con qualche chiacchiera in compagnia al bier garten modenese. cibo assolutamente dimenticabile; non dimenticabile il palloncione a forma di moto da gara e tutto ciò ad esso connesso: un bambino che lo tiene in mano, una mamma che lo cerca, gli amici intorno al tavolo, troni da gozzoviglio ritrattato con prole al seguito.
adesso mi aspetta la parte più serena della giornata: preparo gioele per la notte e mi godo qualche momento di stop da tutto. è che domani milos torna a lavorare, e io me lo sono goduto coì poco... questo fa male.

La sera del dì di festa

Questo blog racconterà il senso di vuoto e di pieno, di inizio e di fine, di aspettativa e di delusione della domenica che si chiude.
È una giornata importante la domenica.
Può riempirti di gioia o spaccarti il cuore.
Quando non succede nulla è un nulla assordante.
Quando succede qualcosa è il qualcosa più denso del mondo.
In questo blog, a parte oggi, scriverò solo di domenica.
Bilanci e aspettative.
Oggi non è domenica, ma è come se lo fosse.

Blogger Templates by Blog Forum